Torta Mimosa

Click here for English version

Torta mimosa

La torta mimosa viene preparata in occasione della festa della donna, l’8 marzo. L’origine della Festa dell’8 Marzo risale al 1908, quando un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare.
Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma fu proprio l’8 Marzo che il proprietario dell’azienda bloccò le porte della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire. Un incendio ferì mortalmente 129 operaie, tra cui anche delle italiane, donne che cercavano semplicemente di migliorare la propria qualità lavorativa. L’8 Marzo, è quindi, la giornata internazionale della donna in ricordo di quella tragica giornata ed in Italia è abbastanza recente in quanto si festeggia solo dal dopoguerra. Infatti, in occasione dei preparativi della prima festa della donna nel 1946, la mimosa fu scelta come fiore simbolo della Festa della Donna dalle femministe dell’Unione Donne Italiane, che vollero dare un tocco floreale all’evento e scelsero la mimosa in quanto fioriva proprio i primi giorni di Marzo, era facilmente reperbile ed il suo colore giallo intenso era simbolo di vitalità.

Probabilmente anche la torta mimosa nacque in quel periodo in quanto è una torta coperta di pezzetti di pan di Spagna che ricordano i fiori della mimosa. Ci sono diversi pasticceri che ne rivendicano la paternità e sembrerebbe, invece, che la madre, l’ideatrice, della torta mimosa sia una pasticcera romana che creò questo dolce cercando di riprodurre il fiore della mimosa con il pan di spagna sbriciolato e cosparso sulla superfice della torta.
Da quel giorno, in Italia, è consuetudine che, nel giorno della festa della donna, gli uomini regalino mazzetti di mimose alle donne.
Per la celebrazione della donna ho preparato la mia Torta Mimosa e la dedico a tutte voi:

Ingredienti:

Per il pan di spagna
150 gr di farina
150 gr di zucchero
4 uova
un pizzico di sale
una bustina di vanillina
buccia di un limone
una bustina di lievito per dolci

Per la bagna
150 ml di acqua
65 gr di zucchero
1/2 bicchierino di liquore strega (oppure liquore tipo Cointreau, limoncello o di vostro piacere)
buccia di un limone

Per la crema
2 tuorli
500 ml di latte
200 gr di zucchero
70 gr di farina
buccia di un limone
300 ml di panna da montare
un barattolo di ananas sciroppate (facoltativo)

Per decorare
Zucchero a velo

Preparate il pan di spagna: Montate le uova con lo zucchero, unite il pizzico di sale, la scorza grattugiata del limone (foto 1 e 2)e a poco a poco la farina setacciata, aggiungete per ultimo il lievito setacciato (foto 3).Foto 1-2-3

Versate il composto in una teglia di 26 cm di diametro imburrata e infarinata (foto 4)e cuocete in forno preriscaldato a 160° (foto 5) per circa 30 minuti. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare (foto 6).Foto 4-5-6
Preparate la crema pasticcera: Mischiate lo zucchero con la farina, poi montate leggermente i tuorli con un cucchiaio di legno in una pentola unite a cucchiaiate il miscuglio di zucchero e farina (foto 7)e continuando a mescolare aggiungete il latte a filo e la scorza di limone (foto 8), mettete la pentola sul fuoco a fiamma moderata e portate ad ebolizzione sempre mescolando con un cucchiaio di legno e girando sempre nello stesso verso fino a far addensare la crema.Foto 7-8

Togliete la crema dal fuoco, eliminate la scorza di limone e fatela raffreddare mescolandola di tanto in tanto per evitare che si formi la pellicina in superficie. Montate la panna e mescolatela delicatamente alla crema amalgamandola dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno. Se preferite, incorporate anche le fette di ananas tagliate a pezzetti. In un pentolino sul fuoco mettete l’acqua con lo zucchero e la scorza di limone, mescolate e fate bollire appena, togliete dal fuoco e unite il liquore scelto. Lasciate raffreddare (se avete scelto di aggiungere l’ananas potete anche usare lo sciroppo dell’ananas per bagnare il pan di spagna).
Prendete il pan di spagna e tagliate un disco nella parte superiore di 1 cm. circa. Togliete delicatamente parte della mollica interna formando nel disco inferiore una cavità e mettetela da parte, bagnate i 2 dischi con la bagna preparata (foto 12). Foto 13-14

Versate una parte della crema nella cavità inferiore della torta e livellate con una spatola (foto 13), chiudete con il disco superiore e spalmate la torta con la crema rimanente (foto 14 e 15).Foto 15-16

Sbriciolate la mollica e distribuitela su tutta la superficie e i bordi laterali della torta, facendoli aderire sulla crema. Mettete la torta in frigo e al momento di servire spolverizzatela di zucchero a velo.
Buon appetito!

Questo articolo è stato pubblicato in Dolci e contrassegnato come , , , , , , da Madame X . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Madame X

Eccomi qua, moglie e mamma amo cucinare, viaggiare, esplorare. Amo viaggiare, scoprire posti nuovi, raccontare, ricordare e condividere le esperienze di viaggio, i miei preferiti sono i percorsi enogastronomici. Innamorata del Bel Paese desidero, con questo blog, condividere con voi le mie conoscenze e passioni… Adoro sperimentare, creare e reinventare i piatti della tradizione italiana soprattutto quelli che mi sono stati tramandati da mia madre. Amo il buon vino, abbinato in modo ideale penso sia il trucco per esaltare il gusto di qualsiasi portata.