Torta di ciliegie

La ciliegia è un frutto primaverile, la raccolta inizia verso la metà di maggio per finire i primi giorni di luglio. Da molti è considerato un frutto allegro, nel mangiarle una tira l’altra e, quando ormai si è pieni, i bambini, ma anche i grandi, si divertono ad appenderle alle orecchie tipo orecchini.

Per altri invece è considerata un toccasana: 25 ciliegie al giorno con tanta acqua hanno proprietà purificanti per l’organismo.
Per la Chiesa cattolica la ciliegia ha anche un suo Santo protettore: San Gerardo dei Tintori, Patrono di Monza che si festeggia il 6 giugno.
La ciliegia oltre ad essere mangiata fresca, è molto utilizzata anche in cucina come base per marmellate, ma anche per accompagnare cibi salati. Inoltre le ciliegie sono utilizzate per produrre un vino aromatizzato che si accompagna benissimo con i dolci al cioccolato. Si possono mettere sotto spirito, oppure, per i più golosi, basta tuffarle nel cioccolato fondente fuso. Buonissime anche per la decorazione di torte o come base per torte: eccovi un esempio…

Ingredienti:

200 gr di ciliegie
2 uova
Un pizzico di sale
150 gr di zucchero
25 gr di olio di semi
½ bicchiere di latte
180 gr di farina
1 cucchiaino di lievito
1 bustina di vanillina o cannella a piacere
Zucchero a velo per decorare

Sciacquate le ciliegie, privatele del nocciolo e mettetele da parte.
Sbattete le uova con un pizzico di sale, aggiungete lo zucchero e continuate a montare fino ad ottenere un composto spumoso (foto 1). Incorporatevi l’olio, il latte e la farina setacciata con la vanillina, o se preferite la cannella, e il lievito.
Imburrate ed infarinate una tortiera di 26 cm di diametro, versatevi il composto e livellatelo (foto 2).  Aggiungete le ciliegie distribuendole su tutta la superficie, spolverizzatele con poco zucchero semolato (foto 3) e infornate a 170°C per circa 25 minuti.
Sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.
Buon appetito!