Cioccolatini artigianali con nocciole (tipo baci perugina)

 

Click here for English version

20140214_152944

Sin dalla sua creazione, negli anni venti, il bacio è stato simbolo dell’amore. Certo questo non sarebbe successo se avessero continuato a chiamarlo “cazzotto”, il nome che gli aveva conferito la sua ideatrice, Luisa Spagnoli. Lei che lo aveva creato per contenere i costi di produzione, utilizzando residui di granella di nocciole provenienti da altre lavorazioni, lo aveva così chiamato per via della sua somiglianza alla nocca della mano. Fortunatamente, grazie alla collaborazione con altri esperti il cioccolatino fu chiamato “Bacio”, vi aggiunsero il bigliettino con la frase d’amore all’interno e fu ideato l’inconfondibile involucro argentato con le scritte blu.Fu subito boom, e ancora oggi è il simbolo della festa di S. Valentino, tutti gli innamorati (e non) si scambiano Baci (anche quelli veri però)…Ed è proprio a questi cioccolatini che si ispira la ricetta di oggi, realizzarli artigianalmente a casa è divertente e ancora più romantico!

20140214_152413Ingredienti per circa 30 cioccolatini:

100 g di nutella (oppure 150 g di cioccolato al latte)
100 g di nocciole, tostate e spellate
50 g di granella di nocciole
5 cucchiai di panna fresca
70 g di zucchero a velo
30 g di cacao amaro

Per la copertura
Circa 30 nocciole tostate intere (una per ogni cioccolatino)
200 g di cioccolato fondente

catsMettete le nocciole nel mixer (foto 1) e frullatele molto finemente (2), azionando a tratti il mixer per evitare che il surriscaldarsi delle lame faccia fuoriuscire l’olio delle nocciole creando una sorta di pasta. Versatele in una ciotola capiente e aggiungete la nutella, lo zucchero a velo setacciato con il cacao amaro (3) mescolate e aggiungete la panna (4).

cats 1

Mescolate bene il tutto (5) poi aggiungete anche la granella (6).

cats 2

Mescolate (7) e formate con le dita delle palline tutte della stessa grandezza (poco più piccole di una noce). Adagiatele su di un foglio di carta da forno e poggiate, sciacciando leggermente, una nocciola intera su ogni pallina (8). Mettete in frigo una mezz’oretta. Nel frattempo fate fondere il cioccolato a bagnomaria (9) (mi raccomando il recipiente non deve toccare l’acqua).

cats 3

Prendete i cioccolatini dal frigo e intingete la base di ciascun cioccolatino nel cioccolato (10), poggiate dinuovo sul vassoio ricoperto con carta da forno e lasciate riposare una 10 di minuti nel frigo. Quando la base si sarà solidificata, con una spatola, prelevatene uno alla volta e, con l’aiuto di un pennello, ricoprite (spennellatelo) di cioccolato (11). Riponete sulla carta da forno,  mettete in frigo e lasciate solidificare (12).

Questo articolo è stato pubblicato in Dolci, Piccola pasticceria e contrassegnato come , , , , , da Madame X . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Madame X

Eccomi qua, moglie e mamma amo cucinare, viaggiare, esplorare. Amo viaggiare, scoprire posti nuovi, raccontare, ricordare e condividere le esperienze di viaggio, i miei preferiti sono i percorsi enogastronomici. Innamorata del Bel Paese desidero, con questo blog, condividere con voi le mie conoscenze e passioni… Adoro sperimentare, creare e reinventare i piatti della tradizione italiana soprattutto quelli che mi sono stati tramandati da mia madre. Amo il buon vino, abbinato in modo ideale penso sia il trucco per esaltare il gusto di qualsiasi portata.