Calamarata

Il piatto che vi propongo oggi è un tipico primo della tradizione Napoletana, che viene preparato con un formato di pasta particolare, detta calamarata, che nella sua forma assomiglia agli anelli di calamari.

Questo tipo di pasta lo si può cucinare in tanti modi diversi, ma la ricetta tradizionale prevede che venga servita con un sugo di calamari, ovviamente tagliati ad anelli, per dare al piatto un gradevole aspetto di tanti anelli di pasta e di pesce, il tutto arricchito dal buon sugo di pomodorini. Un connubio bello da vedere e ottimo da mangiare.
Nella versione odierna ho aggiunto anche piccoli moscardini e gamberetti. Ecco la ricetta:

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di pasta tipo calamarata
400 gr di calamari
200 gr di moscardini
200 gr di gamberetti
200 gr di pomodorini
1 bicchiere di vino bianco secco
Uno spicchio d’aglio
1/2 peperoncino
Un ciuffo di prezzemolo
olio d’oliva q.b.
sale q.b.

Pulite i calamari e i moscardini, poi lavateli bene sotto l’acqua corrente, lavate anche i gamberetti. Con l’aiuto di forbici da cucina, tagliate le sacche dei calamari ad anelli di circa 2 cm di spessore e i tentacoli a pezzetti, lasciate i moscardini interi e tagliate le antenne e le zampe più lunghe dei gamberetti. In una padella antiaderente con i bordi alti, fate imbiondire lo spicchio d’aglio nell’olio di oliva e, poi, aggiungete il peperoncino. Qualche secondo e aggiungete i calamari, i moscardini e i gamberetti (foto 1). Fateli rosolare brevemente a fuoco vivo, poi bagnate con il vino e fate evaporare. A questo punto versate i pomodorini (foto 2) e fate cuocere a fiamma dolce per circa 20 minuti (foto 3). (Vi consiglio di assaggiare il sugo prima di salare, solitamente il sugo di pesce non necessita dell’aggiunta di sale).

Nel frattempo mettete abbondante acqua salata sul fuoco, portatela ad ebollizione e versate la pasta. Scolate la pasta al dente e versatela nella padella con il pesce, aggiungete il prezzemolo tritato (foto 4), fate saltare per qualche minuto e servite caldo.
Buon appetito!